L’imprenditore visionario Elon Musk stupisce tutti ancora una volta. Il suo prossimo obiettivo è connettere tutto il pianeta attraverso 11 mila satelliti di SpaceX. Elon Musk non guarda quindi solo al futuro, ma anche al presente, e al primo posto mette la comunicazione globale.

A partire dal 2019 SpaceX prevede di iniziare a lanciare i primi satelliti commerciali, che arriveranno a quota 11 mila entro il 2024, e gireranno intorno al nostro pianeta nella sua orbita bassa. Il primo test di sabato scorso apre quindi le porte a una corsa al lancio di satelliti per diffondere la rete nelle zone più remote del pianeta: Google, che aveva valutato lo sviluppo del suo network di satelliti, è uno dei principali finanziatori di SpaceX, con un investimento di 1 miliardo di dollari

Come ogni grande idea che si rispetti anche questa ha un rivale, in questo caso con sede in Europa. Stiamo parlando di OneWeb, il progetto finanziato da Richard Branson di Virgin e dalla giapponese SoftBank. Non è ancora chiaro in che modo si evolverà la corsa alla copertura internet attraverso i satelliti. Per ora è agli inizi, ma già promette di portare la rete 5G ovunque nei prossimi anni.

Finora i piccoli satelliti che orbitano attorno alla Terra sono stati utilizzati per scattare foto dettagliatissime, ma il loro uso in materia di telecomunicazioni non è ancora stato dimostrato in modo efficace. Vedremo se Musk, dopo la riuscita del lancio di Falcon Heavy, il razzo più potente mai usato nella storia dell’umanità con a bordo una Tesla, sarà in grado in pochi anni di connettere tutto il mondo.

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.