Dove non arriva il buonsenso dell’uomo, arriva madre natura. Se noi non siamo stati in grado di fermare il massacro degli elefanti per il prezioso avorio, ora ci pensa direttamente l’evoluzione naturale. Sempre più pachidermi stanno nascendo privi di zanne.

L’evoluzione porta tutti gli animali ad adattarsi alle condizioni ambientali in cui vivono: in molti casi alcune specie si sono evolute per riuscire a sopravvivere ai cambiamenti climatici ma anche ai predatori. È esattamente quello che sta succedendo agli elefanti africani, da sempre cacciati e massacrati da bracconieri senza alcun ritegno. Fin dall’antichità l’avorio viene ritenuto prezioso per diversi motivi, molti dei quali riguardanti i poteri afrodisiaci e curativi senza nessuna evidenza scientifica.

Non è bastato nemmeno il bando fatto in Cina nel 2017 che vietava la caccia e l’importazione di avorio, le zanne vengono infatti ancora vendute a prezzi altissimi. Proprio nel momento in cui non sembra esserci alcuna soluzione, ecco che entra in gioco la natura con tutta la sua forza. Secondo un recente articolo pubblicato su National Geographic, negli ultimi anni la selezione naturale sembra stia favorendo gli elefanti senza zanne.

Il fenomeno è al vaglio di scienziati e ricercatori in Mozambico per individuare la causa di questo mutamento. Secondo gli studiosi, il bracconaggio ha avuto un’influenza sull’evoluzione di questa specie: gli elefanti nati senza zanne, infatti, si salvano dai massacri, in quanto i bracconieri uccidono solo quelli che le possiedono. Affinché la specie si preservi, dunque, è necessario non avere le zanne per sopravvivere: non a caso, a questo fenomeno si accompagna anche l’aumento degli esemplari femmine, la cui percentuale in pochi anni è passata dal 2 al 4% solo in Mozambico.

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.