È ufficiale. In tutte le scuole d’Italia si insegnerà educazione ambientale. È l’impegno sottoscritto dai ministri dell’Istruzione, dell’università e della ricerca Marco Bussetti e il ministro dell’Ambiente Sergio Costa.

A interessare l’intesa, che prevede un piano nazionale per promuovere l’educazione ambientale, sono tutte le scuole italiane di ogni ordine e grado. L’obiettivo è quello di sensibilizzare bambini e ragazzi, fin da giovanissimi, su temi come la sostenibilità ambientale e la qualità dello sviluppo.

Il governo sulla scia di Greta Thunberg?

Le nuove generazioni sono il futuro. E non è solo una constatazione temporalmente ovvia. Se guardiamo alle tante e ai tanti piccoli attivisti nel mondo è chiaro come ad oggi siano loro quelli in grado di dare vita a quel cambiamento che ci serve.

Guardiamo solo a quello che è riuscita a fare Greta Thunberg in pochi anni. Quel suo gesto di disobbedienza nel non andare a scuola il venerdì per sedersi davanti al parlamento del suo Paese, è stato preso come simbolo di una generazione che ha a cuore il destino del nostro pianeta.

Milioni di persone si sono riversate in piazza per manifestare contro i cambiamenti climatici dovuti all’inquinamento causato dall’uomo. Anche l’Italia non è rimasta indifferente e in oltre 200 città i giovani, ma non solo, hanno deciso di scendere in piazza e fare sentire la propria voce nel primo sciopero mondiale per il clima, sotto l’hashtag unico del #ClimateStrike.

Questo nuovo progetto che riguarda le scuole italiane forse nasce proprio da una consapevolezza di quello che i giovani di oggi sono in grado di fare se si muovono insieme. Una formazione adeguata e la sensibilizzazione verso questi temi a partire dalle scuole primarie, davvero può diventare il trampolino di lancio per un cambiamento epocale a difesa dell’ambiente.

Il progetto

La volontà firmata dai due ministri, è quella di creare dei percorsi educativi strutturali e permanenti, con uno stanziamento di 1,3 milioni destinati alle istituzioni scolastiche. Oltre all’insegnamento delle norme di educazione ambientale e alla messa in pratica di progetti e attività pratiche su iniziative autonome delle scuole, il piano prevede anche programmi di formazione e aggiornamento per i docenti e per il personale amministrativo, tecnico e ausiliario delle scuole.

Ma non è finita qui. Il piano prevede anche interventi per la qualificazione e riqualificazione degli spazi educativi e degli edifici scolastici, nel rispetto della sostenibilità ambientale e di una migliore efficienza energetica.

Saranno promosse azioni e iniziative che favoriscano lo sviluppo di esperienze scuola-lavoro nel settore della green-economy ed esperienze didattiche sul campo, come per esempio viaggi d’istruzione in contesti naturali come aree protette italiane e aree di interesse naturalistico.

La parola chiave è “formazione”

Si punta sulla formazione ambientale nelle scuole per arrivare a una cittadinanza attiva. “Faremo tutto il necessario per potenziare l’offerta e fornire la migliore formazione possibile. – ha dichiarato il ministro dell’Istruzione Bussetti - Senza sostenibilità non c’è futuro e noi dobbiamo essere sicuri di aver fornito a ogni bambino e ragazzo un’educazione di qualità anche su questi temi. È un lavoro che faremo facendo squadra con gli enti, le associazioni e le istituzioni che mettono da anni le proprie competenze al servizio dei nostri giovani e condividono con noi questa responsabilità e questa missione”.

“Noi dobbiamo fare in modo che chi si affaccia alla vita, come i bambini qui presenti oggi, abbia subito un pensiero ambientale, visto che la nostra generazione ha fallito su questo. – ha dichiarato il ministro all’Ambiente Costa - Formare nell’ambiente vuol dire costruire il futuro del nostro pianeta. E noi, con questo protocollo con il Miur, vogliamo permettere che i ragazzi possano seguire questo percorso, ma soprattutto essere costantemente al fianco del Ministero dell’Istruzione per realizzare insieme il cambiamento”.

 

 

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.