Italian Factor
Dirty Sensing, per controllare e preservare l'acqua

Marco Tizzoni presenta Dirty Sensing, l’innovativa tecnologia IoT per trasformare le reti di distribuzione in infrastrutture intelligenti per controllare e preservare la qualità e la sicurezza dell'acqua

Recenti studi hanno evidenziato che le reti di distribuzione sono le principali responsabili dell'alterazione della qualità dell'acqua, portando così alla formazione di biofilm e calcare, due delle principali cause di contaminazione patogena della risorsa idrica, deterioramento delle proprietà organolettiche dell'acqua e danni alle reti di distribuzione, causati da fenomeni di bio-corrosione e occlusione, che comportano enormi perdite idriche ed economiche.

La tecnologia Dirty Sensing (DS) si basa su una rete IoT per il monitoraggio in tempo reale della qualità dell'acqua. Ogni nodo è stato progettato per essere energeticamente indipendente e in grado di auto-calibrarsi. I dati vengono inviati prima ad un cloud server e trasferiti poi ad un'intelligenza artificiale, basata su algoritmi di machine learning, che analizza ed elabora le informazioni per il monitoraggio avanzato del sistema, la manutenzione predittiva della rete e il controllo in tempo reale della stabilità dell’acqua attraverso una serie di attuatori installati lungo la linea. DS combina la sua promettente tecnologia e l'esperienza del suo team altamente qualificato del Politecnico di Milano al fine di offrire soluzioni ad hoc per migliorare la qualità e la sicurezza dell'acqua, ridurre i costi operativi e minimizzare il rischio sanitario.

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.