Il nuovo campus di Huawei ha sede a Dongguan, a un’ora e mezza di auto da Shenzhen, la metropoli cinese dell'hi-tech agganciata a Hong Kong dove ha sede il quartier generale, ma dentro potete visitare tante città europee. Dodici complessi di edifici, collegati da un vero e proprio treno, creano altrettanti quartieri ispirati ciascuno a una città europea: dalla 'dolce vita' italiana alla tranquillità di Friburgo passando per il mix di tradizioni e modernità di Heidelberg, la ricchezza culturale della Borgogna, l’accoglienza bolognese, la resilienza del Lussemburgo e così via. Non ci sono riproduzioni esatte, ma tutto si ispira al fascino e alla storia dell’Europa.

Il complesso, costruito vicino al lago Songshan, si divide in quattro aree principali per un totale di 1,4 milioni di metri quadrati. Gli edifici, dalle torri delle piazze italiane all’eleganza dei borghi tedeschi, si mescolano in uno skyline straniante, dando vita a un panorama surreale, all’interno del quale si collocano anche alcune divisioni strategiche del proprio business, compresa una parte di quella dedicata alla ricerca e allo sviluppo, oltre che al supporto alla logistica globale.

Iniziata nel 2014, la costruzione del maxicampus è costata intorno ai 10 miliardi di yuan, circa 1,3 miliardi di euro. Gli oltre 25mila membri della grande famiglia Huawei, che ne conta 180mila in tutto il mondo, lavorano e (quelli che vogliono, dicono, a prezzi calmierati) vivono nei 108 silenziosissimi edifici. Un ambiente tranquillo che, alle 18, alla fine del turno di lavoro, si riempie di dipendenti diretti al treno che percorre quasi 8 chilometri (pure quello ispirato alle ferrovie svizzere) o verso gli shuttle che li riportano a casa.

Non molto distante c’è invece il sito di produzione di Dongguan, dove le linee di macchinari – popolate sempre più da robot che da esseri umani - sfornano uno smartphone ogni 28 secondi: per produrre uno dei modelli più avanzati ci vogliono circa 28 ore compresi i test di qualità ma, considerando la mole e il regime del lavoro, il ritmo è quello di un pezzo ogni mezzo minuto. A Huawey, a quanto pare, piace battere ogni record.

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.