A chi non è mai capitato di venire con gli occhi chiusi in una foto? Tranquilli, ci pensa Facebook a farteli aprire. A raccontarlo è una ricerca appena diffusa nel quale una coppia di ingegneri di Menlo Park descrive un nuovo meccanismo che sfrutta le potenzialità del machine learning proprio per ritoccare gli occhi chiusi nelle immagini.

L’obiettivo è sempre quello di incoraggiare le persone a condividere sempre più contenuti, e se quella foto non è il massimo, quasi sicuramente non verrà pubblicata. La nuova funzione in realtà è ancora in fase iniziale di ricerca e dunque non c’è alcuna garanzia che possa finire davvero sulla piattaforma di Mark Zuckerberg. Nondimeno, dà l’idea dei fronti su cui si lavora e del modo in cui i nostri contenuti, ben oltre filtri e ritocchi, potranno essere fortemente modificati in pochi tocchi. Quasi al limite del fake, per certi versi.

Certo ci sono già diverse app per il fotoritocco che possono rimuovere gli occhi rossi e un’infinità di altre imperfezioni, ma non ce ne sono poi molte in grado di aprirci gli occhi. Lo stesso meccanismo è in effetti quello utilizzato per sfornare video fasulli con protagonisti politici e vip. Insomma, è proprio il caso di dire che il problema è risolto in un batter d’occhio. 

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.