La connettività di quinta generazione sta arrivando. Il 5G rivoluzionerà le nostre vite, dal modo di vivere in casa, a quello di lavorare e spostarsi. Già oggi l’uso della Rete è una costante per la maggior parte degli individui, ma da domani saremo immersi in una tecnologia ancora più invisibile e pervasiva di ogni nostra attività.

Le evoluzioni delle reti mobili dal 2G, al 3G fino all’attuale 4G hanno rappresentato dei salti quantitativi di velocità. Con il 5G si assiste a una vera e propria inversione di tendenza: è come parlare di una nuova Internet. Permetterà servizi completamente differenti rispetto agli attuali.

 

Vita domestica e servizi

Sembra fantascienza, ma sarà tutto vero. Alla mattina la macchina del caffè e la doccia svolgeranno le loro funzioni da sole, in base a comandi pre-impostati o alle indicazioni della nostra voce. Il frigorifero farà la spesa, i robottini per pulire eseguiranno in modo ordinato il loro lavoro non appena saremo usciti di casa, per non disturbare. Sarà poi la macchina a venirci a prendere, da sola, sotto casa. E poi andrà a parcheggiarsi in autonomia dopo averci lasciati al lavoro. Qui, alcuni nostri colleghi saranno delle macchine, e software sempre più precisi ci seguiranno nelle nostre mansioni, facendoci collaborare in tempo reale con persone sparse in diverse parti del mondo.

Il teletrasporto non è ancora stato inventato, ma il 5G ci si avvicina molto grazie a velocità, tempi di risposta molto rapidi e larga capacità di connessione.
Un primo esempio di questo futuro sarà all’Expo di Dubai del prossimo anno: sotto un ombrello 5G, i 25 milioni di visitatori attesi fruiranno di servizi che - dal cibo ai trasporti - li andranno a cercare invece che il contrario. Attraverso gli smartphone - per i più avanzati saranno visori e occhiali per la realtà aumentata - saranno portati per mano da una guida dalle fattezze umane ma virtuale che parlerà la loro lingua e si adatterà alle singole esigenze.

 

Gli smartphone

Samsung avrà i Galaxy S10 5G, Xiaomi ha annunciato una versione aggiornata del suo Mi Mix 3 (a un prezzo aggressivo: 599 euro). In attesa delle mosse di Apple, una delle prime date utili per vedere il 5G al lavoro sarà giugno, mese in cui Lg ha annunciato il suo V50 ThinQ 5G, dotato di una cover con secondo schermo Oled incluso che raddoppierà il display primario, offrendo funzioni peculiari, tra cui quella di diventare un joypad virtuale per i giochi. Perché proprio il gaming, come spesso accade, sarà uno dei primi ambiti in cui operatori (e partner) potrebbero sfruttare le caratteristiche delle reti di quinta generazione. I limiti per il 5G non saranno più tecnologici, ma solo di inventiva da parte di chi crea contenuti e servizi.

 

Realtà virtuale

Secondo una statistica, oggi solo l’1,3% dei pc mondiali ha un hardware sufficiente a supportare i device come Oculus Rift o Htc Vive. Il 5G potrebbe aiutare a far diventare i mondi virtuali un fenomeno di massa senza bisogno di acquistare hardware ad hoc. Superando allo stesso tempo - grazie ai bassissimi tempi risposta - quella nausea da virtuale (motion sickness) che in molti sperimentano indossando un visore.

 

Telemedicina

Altra novità che aiuterà concretamente scienza e ricerca sarà la telemedicina. All’Hospital Clinic di Barcellona il dottor Antonio De Lacy ha fatto da guida a distanza a un’equipe che era in sala operatoria, ad alcuni chilometri di distanza. Il medico, primario gastroenterologo, indicava su un tablet, grazie a una penna, i punti critici e i potenziali problemi in un intervento di laparoscopia del tumore del colon-retto. I dottori in sala operatoria vedevano comparire in tempo reale le indicazioni, minimizzando i rischi. Un esempio dal vivo di telementoring: una sottocategoria della telemedicina, ma potenzialmente anche più interessante perché grazie al 5G permetterà a chirurghi non specializzati (pensiamo soprattutto a operazioni da svolgersi in Africa, Asia e America Latina) di essere assistiti e guidati da colleghi con un alto livello di specializzazione che si trovano addirittura in altri continenti.

 

I costi

Non esistono ancora indicazioni precise sui costi del 5G. Tuttavia, trattandosi di maggiore velocità di un servizio di Rete che potremmo definire premium, i costi saranno una conseguenza di questo. Per chi vorrà sperimentare tra i primi questo nuovo mondo aspettiamoci dunque tariffe almeno doppie rispetto alle attuali. Poi anche il 5G diventerà la normalità.

 

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.