Il re dei social sta avendo un calo importante. Negli Stati Uniti un quarto degli utilizzatori di Facebook ha rimosso l’app dal telefono nel giro di un solo anno, percentuale che aumenta se si contano i più giovani: il 44% di loro non fa parte della grande F blu. Secondo uno studio del Pew Research Center la causa si troverebbe nelle preoccupazioni sulla privacy emerse dopo gli scandali sui dati condivisi con aziende esterne.

Infatti il 74% degli utenti intervistati dichiara di aver preso qualche iniziativa per cautelarsi. Il 54% degli stessi ha cambiato le impostazioni della privacy, 4 su 10 si sono presi una pausa dal social e ben il 26% ha dichiarato di aver disinstallato l’app. Solo il 9% invece ha scaricato i propri dati dal social network, ma metà di chi l'ha fatto ha poi cancellato la app.

Interessante è l’analisi che prende come dato fondante l’età degli utilizzatori: "Ci sono delle differenze di età nei tassi di utenti che hanno preso queste iniziative - sottolineano gli autori -. E' interessante notare che il 44% di quelli tra 18 e 29 anni hanno cancellato la app, quasi quattro volte quelli di 65 e oltre. Solo un terzo degli over 65 ha cambiato le impostazioni, mentre lo ha fatto il 64% dei più giovani”.

A rispondere a questi numeri è il vice presidente del team di Ricerche Facebook, David Ginsberg che ha dichiarato: “Può essere un atteggiamento momentaneo, un modo per prendere una pausa dal social o passare ad altre versioni dell'app. Monitoriamo la situazione, abbiamo del lavoro da fare per rendere il servizio di valore, soprattutto per i giovani".

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.