Mobility
I tre autobus del futuro

Gli autobus del futuro si guideranno da soli e non si fermeranno mai. In questo video vi presentiamo i modelli che stanno avendo più successo in tutto il mondo. Uno è tutto italiano e verrà presentato all'Expo di Dubai del 2020

I tre bus senza conducente migliori al mondo

  • Gacha è il primo pulmino driverless finlandese. Non si ferma mai e il suo sistema di autoguida è in grado di disegnare una mappa digitale che il mezzo seguirà proprio come se fosse una ferrovia invisibile. 
  • Nivya, invece, è la navetta autonoma e intelligente già attiva nelle strade di Las Vegas. Trasporta fino a 15 persone e può raggiungere i 45 km orari. La sua speciale tecnologia garantisce sicurezza, comfort e prestazioni. 
  • NextFuture Transportation è l'orgoglio italiano. È composta da "capsule-navetta" elettriche che possono muoversi da sole o legarsi tra loro come vagoni di un treno. Il progetto sbarcherà all'Expo di Dubai del 2020.

 

NextFuture Trasportation, la mobilità del futuro ha targa italiana 

NextFuture Trasportation è pronto per riscrivere la storia della mobilità urbana mondiale. Il progetto è nato a Padova e ha già conquistato la fiducia dell'emiro di Dubai che lo vuole a tutti i costi all'Expo del 2020. E proprio a Dubai i veicoli modulari made in Italy stanno facendo i primi test su strada. Ma come è nata quest'idea?

NextFuture Transportation nasce dall'esigenza di coniugare la sostenibilità e l'economicità tipiche dell'autobus e la flessibilità che caratterizza i taxi. Il prototipo proposto dalla startup padovana è una sorta di bus scomposto da moduli che si possono agganciare o sganciare a seconda della richiesta dei passeggeri. Il tutto calcolato tramite un algoritmo che raccoglie in tempo reale le destinazioni richieste dagli utilizzatori. Ad esempio: se in un bus una parte dei passeggeri deve raggiungere una destinazione e una parte un’altra destinazione, i diversi moduli resteranno agganciati per la prima tratta per poi sganciarsi diventando due o più minibus autonomi diretti ciascuno in un luogo diverso.

 

In Italia solo diffidenza, all'estero credibilità 

L'idea, già oggetto di tesi di laurea di Tommaso Gecchelin, uno dei fondatori, ha trovato il primo scoglio proprio in Italia: "Non trovavo nessuno deciso a scommettere su un’idea che sembrava troppo ambiziosa, ci dicevano che era un progetto futuristico".

Ma all'improvviso un tweet dell’emiro di Dubai, nell’aprile 2016, ha cambiato per sempre la rotta della startup. Il “cinguettio” a sorpresa di Mohammed bin Rashid Al Maktoum, venuto a conoscenza dell’innovazione padovana, la “rilancia” all’attenzione del mondo intero. Oggi Next sta lavorando al progetto che porterà all’Expo del 2020, il loro veicolo elettrico modulare destinato a rivoluzionare l’approccio tradizionale al trasporto pubblico.

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.