Dopo auto e biciclette, tra i veicoli usufruibili tramite sharing, mancava solo lui: il monopattino. In versione elettrica sarà il protagonista di una nuova rivoluzione urbana che è partita negli Stati Uniti, dove ci sono già diverse start up attive (Lime, Bird, Helbiz), e si sta diffondendo in Europa e in Italia.

 

Helbitz è sbarcata a Milano il 20 ottobre e attualmente è in fase di test: per ora i monopattini in circolazione sono solo 20, anche se l’azienda ha dichiarato di averne già 500 a disposizione. Ecosostenibile e facile da usare è molto utile perché riduce traffico e inquinamento.

Per iniziare la corsa basta installare l’app e scannerizzare il QRcode presente sul manubrio. Il monopattino si può lasciare ovunque una volta conclusa la corsa. Questo rende il trasporto pratico e comodo, adatto a spostamenti rapidi, per esempio per raggiungere un incontro di lavoro, ma anche a passeggiate turistiche in città, rese più piacevoli e divertenti. Tramite app è facile individuare dove sono i monopattini liberi.

 

Tutto molto bello, ma non ancora sfruttato al massimo. L’iniziativa in Italia è in fase sperimentale perché manca il via libera delle istituzioni, che dovrebbero fornire delle linee guida in materia. Per esempio se il servizio sia accessibile ai minori, se il casco sia obbligatorio e se il mezzo vada guidato esclusivamente in carreggiata o anche in zone pedonali. Le nuove tecnologie aprono frontiere inedite e la legge deve seguire il passo per riflettere i cambiamenti apportati dalla realtà digitale.

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.