Il progetto si chiama “NextFuture Transportation” ed è il rivoluzionario sistema di trasporto pubblico molto simile a un autobus componibile. Il mezzo promette di ottimizzare il costo di ciascuna corsa, massimizzando il tasso di occupazione dei passeggeri, e delle relative merci, a fronte di un rifornimento regolato sui moduli-bus effettivamente utilizzati rispetto alla domanda reale del servizio.

Le capsule-navetta sono elettriche, a guida autonoma e possono muoversi singolarmente o legarsi tra loro come i vagoni di un treno, permettendo ai passeggeri di muoversi dall’uno all’altro. Il design è pensato per valorizzare un innovativo sistema di trasporto pubblico con il quale i passeggeri potranno essere raccolti su richiesta tramite app, in un servizio che è un melange tra taxi e autobus, trasporto privato e pubblico, in una soluzione che promette di essere efficiente e per niente inquinante.

I padri del progetto sono due ingegneri italiani, Emanuele Spera e Tommaso Gecchelin, anche se il tutto è stato sviluppato negli Usa. NFT sbarcherà all’EXPO 2020 di Dubai, grazie alla vittoria in un concorso di accelerazione di startup. La flotta è composta da capsule del peso di circa 1.500 kg, in grado di ospitare 6 persone sedute e 4 in piedi e con un’autonomia di 3 ore che può essere ricaricata in 6 ore per una velocità media di 20km/h.

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.