Si chiama We Arena ed è un mix tra parco divertimenti e sala giochi. Gli esperti del settore lo chiamano network di parchi di intrattenimento digitale, mentre il nome del progetto è WeArena e, nel 2019, dal Friuli si espanderà in tutta Italia. 

Il progetto pilota a livello europeo è partito da Villesse, vicino Gorizia, all’interno di un centro commerciale, il Tiare Shopping. In sostanza è un parco tematico in cui è possibile intrattenersi godendo degli ultimi ritrovati tecnologici, dalla mixed reality ai simulatori sportivi e poi chissà. Del resto il mondo dell’intrattenimento è quello che cambierà di più nei prossimi 15 anni. 

Basti pensare a quelle che erano un tempo le sale giochi e a come oggi non esista più nulla del genere. Il gaming rimane uno dei must dell’intrattenimento, ma si intreccia anche con sport, cultura e informazione. 

Sotto un unico tetto ci sono tre ambienti diversi: il primo è dedicato al mondo degli esport, per quei ragazzi che vogliono confrontarsi con i loro coetanei e condividere le stesse passioni; il secondo è l’evoluzione delle sale giochi degli anni ’80 e ’90, il mondo degli arcade declinato nella realtà virtuale, nella mixed reality e nei simulatori. È un’area con device non ancora di uso comune, almeno per quanto concerne il gaming. Il terzo ambiente, quello di cui siamo più orgogliosi e con cui abbiamo da poco completato il progetto di Villesse con la prospettiva di portarlo entro fine 2019 in altre città, è dedicato all’edutainment; si tratta di laboratori fisici e virtuali che permettono di avvicinare i bambini sopra i sei anni alle nuove tecnologie, per condividere in maniera innovativa contenuti digitali. È un approccio che coinvolge anche il mondo dell’arte”.

In tutto sono 3600 metri quadrati, un’area accessibile tramite il pagamento di un biglietto, anche se l’ideatore promette che il costo non supererà mai i 10 euro. E sarà anche un modo innovativo di portare intrattenimento dentro l’esperienza di acquisto; l’obiettivo è che prima di comprare un device all’avanguardia lo si testi, se ne comprendano le potenzialità e il mondo di riferimento. Tutto per stimolare la consapevolezza e la voglia di approfondire.

E in programma ce ne sono almeno altri quattro, oltre a quello di Villesse ormai completo: uno, di 4500 metri quadrati, in partnership con la Juventus e nell’area del “J Village”, in un edificio attiguo allo Stadium; uno in una struttura stand alone nel centro di Milano, un altro nel centro di Bologna e almeno uno fra Genova e Venezia.

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.