Arriva dall’Australia una svolta epocale nel campo della sanità ed è frutto dell’intelligenza artificiale. Le macchine stanno imparando a riconoscere tempestivamente i tumori, con l’obiettivo di diagnosticarli in tempi brevissimi e prevederne l’insorgenza con accuratezza “superumana”. Il progetto è stato messo a punto dai ricercatori dell’Università di Adelaide in collaborazione con l’Australian Institute of Machine Learning che si sta preparando per passare alla fase test sull’uomo.

Gli studiosi, coordinati dall’epidemiologo genetico Lyle Palmer, stanno utilizzando i dati di 320 mila mammografie per “insegnare” alle macchine a individuare schemi che possono sfuggire a un medico umano. Le diagnosi sono risultate accurate quasi al 100%. La tecnologia di “apprendimento profondo” usata per le immagini mediche è la stessa sviluppata per quelle applicazioni come Siri, l’assistente Apple, e «potrà in seguito consentire di prevedere l’insorgenza di malattie come cardiopatie e cancro», scrive Palmer.

L’intelligenza artificiale sta studiando per poter diagnosticare con accuratezza il cancro più tempestivamente, riducendo così il numero di donne che devono essere richiamate per accertamenti. L’Australian Institute of Machine Learning è uno dei tre maggiori istituti del settore e il progetto è il primo al mondo a mettere al lavoro l'intelligenza artificiale a fianco dei medici specialisti. E sarà primo a essere seguito da sperimentazioni umane.

 

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.