Il provvedimento riguarda tutta l’Europa e verrà applicato su discrezione della singola ordinanza comunale, in accordo con Provincia e Regione. L’obiettivo è quello della progressiva eliminazione del diesel entro la fine del 2030. Per farlo si parte dalle classi di inquinamento di omologazione, che oggi va da Euro 0 (le più inquinanti) fino all’Euro 6 (più nuove ed ecologiche).

Da tenere in considerazione anche la serie del filtro antiparticolato che può essere montato (il FAP o il DPF). Queste variabili sono indicate naturalmente nella carta d’identità del veicolo, la così detta carta di circolazione. In ogni singola città verranno applicate via via sempre più stringenti limitazioni nelle aree urbane di competenza, ma sarà il 2025 l’anno che segnerà la vera deadline delle auto diesel in Italia. 

 

Milano pioniera della rivoluzione antismog

L’eliminazione avverrà per gradi. Già dal prossimo anno a Milano saranno escluse dall’Area B anche le auto Euro 1 a benzina. E dal 1° ottobre 2022 dovranno farsi da parte anche le Euro 2 benzina, le diesel Euro 3 e 4, ma soprattutto le nuove Euro 5. Dal 2030 invece, con non poco stupore da parte degli automobilisti, non saranno ammesse neanche le Euro 6 diesel D, in uscita oggi sul mercato.

Se Milano è in prima fila nella guerra contro smog e le polveri sottili, le altre città promettono di seguire in cordata l’esempio del capoluogo lombardo. E lanciano fin da ora programmi di progressivo divieto per le macchine con questo tipo di alimentazione. In effetti Roma è già oggi attiva con limitazioni all’interno della Fascia Verde dal lunedì al venerdì, su Euro 0 benzina e diesel, Euro 1 benzina e diesel ed Euro 2 diesel. Solo in caso di superamento dei limiti di inquinamento dell’aria, le restrizioni vengono estese ad altri tipi di veicoli. 

 

Un tipo di alimentazione destinata a sparire

Sempre a partire dal 1° ottobre 2019, anche la capitale alzerà i limiti vietando l’ingresso a diesel Euro 3 nella zona ZTL dell’Anello Ferroviario, dove oggi sono già banditi anche gli Euro 2 benzina. Nel resto d’Italia e in particolar modo in Pianura Padana, la guerra all’inquinamento entra in una nuova fase con limitazioni permanenti al traffico in Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna.

Almeno nei giorni feriali già lo scorso inverno, oltre che ai mezzi benzina Euro 0, diesel Euro 0, diesel Euro 1 e diesel Euro 2, il divieto di circolazione è stato esteso ai veicoli diesel Euro 3. Vedremo cosa succederà entro il 2030. 

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.