Il 25 gennaio arriva al cinema Downsizing – vivere alla grande, il film con protagonisti Matt Damon e Kristen Wiig, che interpretano i coniugi Safranek. I due, a causa di una crisi finanziaria, navigano in cattive acque e vedono i loro risparmi diminuire sotto i debiti accumulati. Viene presentata loro un’occasione: quella di rifarsi una vita, fatta di lusso e agi, in una cittadina senza crimini e senza crisi. L’unica condizione è quella di farsi rimpicciolire.

In Downsizing, oltre alla crisi, vengono affrontati il tema dell’ambiente e della sovrappopolazione. Rimpicciolire le persone e le città, infatti, ridurrebbe il loro impatto sul Pianeta, la cui condizione peggiora di giorno in giorno. Tutte preoccupazioni molto sentite, e che la fantascienza si è sempre impegnata a trattare ambientando i film in futuri distopici.

E come accade in altre pellicole dello stesso genere, la soluzione proposta in Downsizing sembra essere un modo per nascondere i problemi. Non lo nega lo stesso regista, Alexander Payne, secondo il quale si potrà anche ridurre «tutto ad altezza Lilliput, ma i problemi dell’America e dell’umanità non diventeranno di certo più piccoli».

Ma non è solo Alexander Payne a portare al cinema la fantascienza. Ci ha pensato anche Alex Garland, che dopo Ex Machina ci porta Annihilation, adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo scritto da Jeff VanderMeer. In Annihilation alcuni soldati vengono mandati all’Area X, e a tornare è solo uno di loro. Per di più afflitto da una malattia impossibile da curare.

Un film dai toni cupi e horror, che vede protagoniste tre donne, esperte in ambiti completamente diversi: una biologa, una psicologa e un perito. Per vederlo pare non sarà affatto necessario andare al cinema, almeno qui in Italia.

A inizio di quest’anno, Paramount Pictures e Skydance hanno stretto un accordo con Netflix, la famosa TV online. Tale accordo prevede che il film venga trasmesso il 23 febbraio nelle sale di soli tre paesi, Stati Uniti Canada e Cina, mentre negli altri arriverà direttamente sulla piattaforma diciassette giorni dopo. Il regista non pare molto contento, a suo dire il film era pensato per il grande schermo. Ma sembra proprio che vedere film stia prendendo una piega totalmente nuova. 

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.