Di Hyperloop ne abbiamo già parlato. Ma un conto è riportare i risultati dei primi test del mezzo e un conto è sapere che potrebbe arrivare presto in Italia. La notizia, riportata dal Sole 24 Ore, fa ben sperare per un nuovo concetto di trasporto pubblico. 

Entro fine 2019 – spiega Bibop Gresta, co-fondatore e presidente di HyperloopTT, italiano – insieme alle Regioni interessate contiamo di annunciare due progetti di fattibilità per il nostro sistema di trasporto in Italia. Al momento non posso dare dettagli sui percorsi, ma si tratta di due corridoi molto interessanti perché i nostri potenziali partner hanno già il diritto di passo acquisito”.

 

Cos’è HyperloopTT

HyperloopTT (ovvero Hyperloop Transportation Tecnologies) è un treno a levitazione magnetica passiva, in grado di viaggiare fino a 1.223 km/h. Il sistema di trasporti messo a punto risponde proprio alla sfida lanciata diversi anni fa dal fondatore della Tesla Elon Musk e prevede di far viaggiare una capsula in carbonio per passeggeri e merci in un tunnel. 

Il mezzo sfrutta una tecnologia a levitazione magnetica passiva, già sviluppata dalle forze armate statunitensi per la stabilizzazione dei proiettili nei cannoni. Proprio HyperloopTT ha ottenuto l’esclusiva mondiale per lo sviluppo in applicazioni civili.

 

Come si viaggerà con HyperloopTT

Sicuramente la velocità fa la sua parte. Viaggiare a 1.223 km/h non è cosa da tutti i giorni. Ma da sottolineare è anche la modalità in cui avviene il trasporto: in un tubo interrato o appoggiato su piloni in modo da non consumare spazio sul suolo. 

Poi ci sono i benefici della levitazione magnetica passiva: l’energia cinetica sviluppata dalla capsula e quella recuperata in frenata, insieme a pannelli fotovoltaici, impianti di energia eolica e geotermica previsti nell’infrastruttura, fa sì che il sistema produca più energia di quella che consuma.

Questa energia può poi essere rimessa in circolo e venduta, aprendo così un ulteriore business che porterebbe al ritorno dell’investimento iniziale in soli 8 anni, contro i 100 della Tav più efficiente che abbiamo oggi. 

 

Progetti in tutto il mondo, anche in Italia

Numerosi di questi progetti sono già in fase di realizzazione. La prima a diventare realtà sarà la tratta commerciale di Abu Dhabi. Seguono Brasile, USA, Francia, Cina, Germania, Corea, India, Indonesia, Slovacchia, Repubblica Ceca, Ucraina e, se gli studi di fattibilità saranno positivi, anche Italia. 

Gli studi di fattibilità sono in fase avanzata e la società con sede a Los Angeles, pur non svelando i percorsi allo studio, conferma di aver avviato trattative con esponenti del nostro Governo per la realizzazione di due tratte da circa 150 km l’una.

Si potrebbe andare da Milano a Bologna in 9 minuti - rivela Gresta, che aggiunge - La velocità non è la qualità più interessante di HyperloopTT: conta di più l’efficienza energetica del nostro sistema”.

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.