I lettori sono sempre meno. Nel 2016 la percentuale era calata al 40,5%, e si tratta per lo più di persone che dichiarano di avere letto un libro in dodici mesi. A restare a galla sono i cosiddetti lettori forti, tra i quali si distinguono soprattutto le ragazze, di età compresa tra gli 11 e i 19 anni.

Di escamotage per invogliare a leggere ne sono stati pensati parecchi. Dal libro tascabile con copertina morbida, perfetto per i viaggiatori, ai Flipback creati da Mondadori e pensati su misura per i tipi da spiaggia.

L’editoria si è poi allargata anche sul web, con i formati digitali, pronti per la lettura su device. Una strategia che non tutti gli editori apprezzano, ma che in alcuni casi ha portato il lettore digitale a comprare la versione fisica dello stesso volume. Un segno positivo che fa sperare.

Nel frattempo, per diminuire le spese, si stanno facendo largo il print on demand e il print on sale. Il print on demand, o POD, è il metodo usato dalle case editrici più piccole per evitare le spese di magazzino e permette loro di stampare i libri solo dopo avere ricevuto l’ordine. Un ordine che avviene tramite un sito e-commerce esterno o sul sito stesso della casa editrice.

Il print on sale, o POS, permette invece l’auto-pubblicazione. Se si desidera pubblicare il romanzo nel cassetto, ci si può rivolgere a uno dei tanti siti che riempiono il web. Scegliere la copertina, gestire il prezzo e metterlo in vetrina, in attesa che qualcuno lo compri.

Insomma, la scelta di lettura è molto ampia, ma come fare per portare nuovi lettori al proprio mulino? A fare la differenza è la narrativa per ragazzi, che propone temi contemporanei e modelli da seguire. Un esempio è il ritorno di “Storie della buonanotte per bambine ribelli”, disponibile dal 27 febbraio, atteso da grandi e piccini.

Ancora una volta, il volume conterrà 100 donne famose da cui trarre ispirazione per il proprio futuro, e questa volta si tratta per la maggior parte di donne contemporanee. Mentre i più piccini possono continuare a contare su “I Piccoli Libri” di Geronimo Stilton, ma soprattutto sul nuovo progetto di Piemme Edizioni che partirà dal 16 gennaio: “Il Piccolo libro della pace”, che parlerà di diversità, rispetto e accettazione. È chiaro che per l’editoria si apre un anno molto importante, che mira ad educare i lettori più piccoli perché il loro futuro ha inizio adesso. E nella speranza, forse, di raggiungere anche i più grandi.

 

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.