Sono estati, queste, in cui si va in vacanza con l’angoscia di non trovare più la propria scrivania in ufficio al ritorno. Un posto che è il posto di lavoro. Un posto che cambia in continuazione. Al Technogym Village i dipendenti di Nerio Alessandri non hanno nemmeno più una sedia per rimanere di fronte al pc. Siedono su una wellness bell perché l’attrezzo, obbligando alla continua ricerca di un equilibrio, permette di svolgere attività fisica anche inconsapevolmente mentre si risponde a una mail. Dunque, correggendo una frase famosa, siamo al lavoro che…mobilita l'uomo.

Ma anche senza arrivare a ipotesi estreme, come quelle della perdita del lavoro (e l’immagine che tutti abbiamo in mente è quella dei dipendenti di Lehman Brothers che escono dagli uffici ognuno con uno scatolone in braccio) è fuor di dubbio che oggi il posto di lavoro subisce evoluzioni continue.

E noi che, chini su pc e  telefoni ci dimentichiamo di essere arrivati, ultimo stadio dell'evoluzione, a essere i rappresentanti dell'homo erectus, potremmo scoprire al ritorno delle vacanze che non abbiamo perso il posto di lavoro: semplicemente, è cambiato. Uno studio dell'Università del Minnesota, perché c’è sempre un ultimo studio, ha stabilito che lavorare davanti a una scrivania verticale riduce il rischio di obesità, cancro e diabete di tipo 2. Non è nemmeno una soluzione originale dicono: lavoravano così Hemingway e Leonardo Da Vinci, quasi a suggerire che il talento possa emergere più facilmente stando in piedi.

Bertil Marklund ha scritto un libro, “La guida scandinava per vivere 10 anni in più”, che aggiunge un capitolo alla fascinazione mondiale per lo stile di vita dei Paesi del Nord Europa, e ha riassunto il suo pensiero così: «Lavorare stando in piedi è l’ultimo trend salutista. Oggi però solo pochi lavoratori dispongono di scrivanie che si possono alzare e abbassare, rendendo così possibile lavorare in posizione eretta. Stare in piedi giova al benessere del nostro corpo. In posizione eretta la quantità di grassi nocivi nel sangue diminuisce, il livello della glicemia si abbassa e l’infiammazione si attenua. Questa abitudine aiuta vasi sanguigni e cuore a rimanere più sani, e spostando il peso da una gamba all’altra si stimola anche la circolazione. Lavorando in piedi il corpo si attiva, e il ritmo di combustione aumenta. Stando in piedi due ore in più al giorno è possibile perdere fino a 10 chili in un anno».

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.