di Stefano Marchesi

Proprio in questi giorni, mentre mi veniva proposta la possibilità di diventare un contributor di Instant Future, mi è capitata tra le mani un’indagine statistica che mi ha fatto riflettere. Già che ci sono, colgo l’occasione per condividerla.

Per farla breve, alle soglie del 2018, oltre il 50% dei giovani italiani guarda al proprio avvenire con sfiducia e angoscia. Purtroppo, allargando l’orizzonte demografico, è un atteggiamento che non riguarda solo le generazioni più giovani. Per molte persone il futuro rappresenta un’incognita, un punto di domanda, una fonte di ansia, paura e preoccupazione.

Non importa che tu sia giovane oppure di mezza età, che tu sia in bolletta oppure benestante. Anche tu, nel tuo piccolo, stai perdendo o perderai il sonno di notte perché quotidianamente la vita ti riserva delle incognite che solo pochi anni fa sembravano inimmaginabili.

Non odiarmi, ma ho altre due cattive notizie per te: la prima è che sono cambiate le regole del gioco, anche se molti ancora si ostinano a cercare certezze e sicurezze in un mondo che in pochi anni è completamente cambiato. La seconda è che il viaggio verso il cambiamento è di sola andata.

Alcuni dei miei maestri mi hanno sempre detto che "Il futuro è adesso". Niente di più vero. La nostra vita è fatta di momenti, istanti, incontri, relazioni, occasioni, opportunità. Abbiamo nelle nostre mani il potere e la libertà di scegliere, un privilegio che non ha prezzo.

Ma siamo davvero nelle condizioni di utilizzare consapevolmente questo privilegio? Nella società moderna siamo tutti condizionati - chi più, chi meno - dal giudizio degli altri. Nella vita personale, quanto in quella professionale. Viviamo - da spettatori e da protagonisti - l’era dei social network, strumenti che in alcuni casi si rivelano più pericolosi di una 44 Magnum nelle mani di un bambino di 5 anni.

L’aspetto più sinistro e inquietante è che la brama di apparire, farsi notare e ricevere l’approvazione altrui spesso prevale sulla razionalità e può rappresentare una grave minaccia per la reputazione, per la credibilità e per l’immagine di una persona. Mai come oggi il tuo futuro, personale e professionale, dipende molto da come gestisci i tuoi rapporti con l'ambiente circostante. Volenti o nolenti, siamo animali sociali e la nostra vita è il frutto del nostro modo di gestire le relazioni con il mondo esterno. Che ci piaccia, o meno. E, ripeto, l'interrogativo che ciascuno di noi dovrebbe iniziare a porsi seriamente è: «Sono davvero in grado di gestire le mie relazioni pubbliche in modo intelligente, costruttivo e - perché no - profittevole?».

Conosco persone che hanno dovuto rinunciare ai loro sogni per aver sottovalutato questi aspetti fondamentali. Oggi non sono persone felici e tantomeno realizzate. Come detto all'inizio, il futuro non è un luogo lontano, effimero e astratto, come si potrebbe erroneamente pensare. In giro per il mondo non si contano più le catastrofi create da terribili gaffe, spiacevoli equivoci, banali fraintendimenti e situazioni imbarazzanti. Parliamo di vita vissuta: famiglie disintegrate, matrimoni finiti, carriere distrutte, società fallite, imperi economici rasi al suolo. Le conseguenze di questi eventi sono disastrose, anche perché sono causa di sofferenza, difficoltà e disagio per i diretti interessati ma anche per tutti coloro che li circondano.

Ma ora viene il bello, perché in tutto questo scenario apocalittico c’è anche una buona notizia... e sai qual è? È che il futuro si costruisce in ogni istante, anche attraverso piccole scelte quotidiane che capitalizzano nel tempo. Se poi il bilancio di questa progressiva capitalizzazione si rivelerà positivo o negativo, tutto dipende dalla qualità e dalla lungimiranza delle nostre scelte.

Il bicchiere dunque è mezzo pieno, perchè ogni giorno hai una straordinaria possibilità: scegliere.

Eh già, scegliere. E non te lo dico perché l’ho letto su qualche libro motivazionale. L’ho imparato sulla mia pelle, nella vita e nel lavoro. Te lo dico perché tanti anni di esperienza mi hanno insegnato a non credere ai luoghi comuni, alle leggende metropolitane, alle “botte di culo”, alla “sfiga”, agli oroscopi.

 

 

Nella vita non otteniamo ciò che meritiamo. Eh già. O meglio, parafrasando i miei insegnanti di marketing, Frank Merenda e Dan Kennedy, ciò che meritiamo è quello che siamo in grado di negoziare

Dove “negoziare” si traduce nell'abilità di relazionarsi con un interlocutore e fargli percepire il tuo valore al fine di raggiungere un determinato risultato. Qualunque esso sia. Che sia portare fuori a cena Miss Universo, veder pubblicata una tua intervista su una rivista prestigiosa, oppure chiudere un ricco contratto di lavoro. Che tu sia un impiegato delle Poste, un ingegnere nucleare o un magnate della finanza, cambia poco. La verità è sempre e solo una: le tue pubbliche relazioni hanno un peso specifico enorme nella costruzione del tuo futuro.

E se sei un calciatore professionista, tenendo conto dell'attenzione mediatica e delle enormi pressioni dell'opinione pubblica e degli sponsor, l'abilità di far percepire il tuo valore e di negoziare fa tutta la differenza di questo mondo.

Ecco le prove: con 87,5 milioni di euro il calciatore portoghese Cristiano Ronaldo è stato il calciatore più pagato del mondo nel 2016/2017. Ha percepito 44 milioni di euro (lordi) di ingaggio dal Real Madrid, tutto il resto deriva dall’ottimale management della sua immagine. In 12 mesi la gestione professionale delle sue pubbliche relazioni e del suo brand personale ha contribuito a generare ricavi per 43,5 milioni di euro. Aziende mondiali del calibro di Nike, Armani, Tag Heuer, Poker Stars, Castrol, Clear e Herbalife hanno investito per sponsorizzare CR7 e associare i loro marchi alla sua immagine.

Bene, abbiamo aperto il vaso di Pandora. Ora sei di fronte a un bivio. Puoi continuare a fare come hai sempre fatto, facendo finta di nulla, sfidando la sorte e andando in contro a qualche disastro che prima o poi ti condizionerà la vita. Oppure puoi invertire la rotta, riflettere seriamente su queste poche righe e iniziare il tuo cambiamento. La scelta sta a te.

Il tuo futuro è adesso.

 

 

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.