L’idrogeno per un futuro sostenibile. Tanti Paesi stanno pensando a questa alternativa. In Italia già dal 2022 potremmo avere i primi treni alimentati ad idrogeno, grazie all’accordo tra Alstom e Snam. Questi andranno a sostituire i vecchi, obsoleti e inquinanti treni a diesel, che ancora servono parecchie tratte del Paese.

L’Italia e la Germania

Grazie all’accordo tra Alstom e Snam già dall'inizio del 2021 si dovrebbero avviare progetti dedicati alla mobilità ferroviaria che includano treni ad idrogeno con la relativa infrastruttura e i servizi di gestione e manutenzione. Alstom si occuperà della produzione e dalla manutenzione dei treni, sia di nuova costruzione che convertiti, mentre Snam svilupperà le infrastrutture per la produzione, il trasporto e il rifornimento di carburante.

In Germania invece il progetto è in fase avanzato e dal 2022 14 treni ad idrogeno che sostituiranno i vecchi convogli a diesel. Questi treni possono compiere un viaggio di 1000 Km con un pieno, e inoltre sono totalmente green. Infatti emettono solamente vapore acqueo e acqua di condensa.

I treni ad idrogeno in UK

Nei giorni scorsi il primo treno ad idrogeno ha percorso pochi Km di test sul suolo inglese. Si chiama HydroFLEX il treno che ha mosso i suoi primi passi in questi ultimi giorni, completando con successo il tragitto tra Long Marston ed Evesham, nelle West Midlands. É il risultato di un progetto importante ed ambizioso, che punta alla produzione di treni di nuova generazione e a convertire a idrogeno quelli attualmente in circolazione nel Paese entro il 2023. Un progetto che è già in fase avanzata, anche se non ancora pronto a servire i milioni di passeggeri che si spostano quotidianamente. 

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.