La mobilità sostenibile è uno degli obiettivi di questi anni. Ridurre le emissioni è necessario, e la mobilità sostenibile è un acceleratore verso questo obiettivo. Nonostante il trasporto su ferro sia già meno inquinante di altri mezzi di locomozione, si cercano nuove soluzioni per inquinare ancora meno. Uno di questi sono i treni ad idrogeno.

In Germania Coradia iLint, la prima locomotiva ferroviaria alimentata con celle a combustibile a idrogeno, è già realtà da circa due anni. E’ entrata in funzione sulla tratta della Bassa Sassonia Buxtehude-Bremervörde-Bremerhaven-Cuxhaven. Nei prossimi mesi approderà in Olanda, mentre per vederla in Italia bisognerà attendere il 2021.

L’accordo tra Snam e Alstom

Grazie ad un accordo quinquennale tra Snam e Alstom i treni ad idrogeno approderanno in Italia. Il gruppo francese si occuperà della realizzazione e manutenzione dei treni a idrogeno, sia nuovi che convertiti, mentre la società di San Donato Milanese si focalizzerà sullo sviluppo delle infrastrutture per produzione, trasporto e rifornimento. Snam è già tra i leader mondiali essendo stata tra le prime aziende al mondo a sperimentare l’iniezione di idrogeno nelle reti per il trasporto del gas naturale. Un accordo che porterà l’Italia ad essere leader in questo tipo di trasporti, anticipando così molti paesi europei.

Come funziona

Il treno ad idrogeno è identico negli interni ai nuovi modelli diesel. Coradia iLint ospita 300 passeggeri distribuiti equamente tra posti a sedere e in piedi, è lungo 54 metri, raggiunge i 140 km/h, ha un’autonomia di circa mille chilometri e necessita di un rifornimento al giorno che avviene nell’arco di un quarto d’ora sfruttando, per ora, i rimorchi dei camion per convogliare l’idrogeno che riempie i serbatoi.

L’idrogeno, la mobilità del futuro

Non si parla esclusivamente di treni, ma di tutti i mezzi di trasporto. Alcune case automobilistiche hanno già lanciato i loro modelli, e nel giro di qualche anno questa tecnologia potrebbe conquistare il mercato. Tornando ai treni, l’idrogeno consente di coniugare sostenibilità, efficacia e convenienza - senza dimenticare la riduzione del rumore e la facilità di integrazione in una flotta già esistente rispettando le norme di sicurezza. In Germania sono attesi altri 40 treni ad idrogeno, la diffusione sarà capillare anche in Italia?

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.