C’è una prima volta per tutto, ma si spera che questa iniziativa non sia anche l’ultima. Soleschiano di Manzano ha fatto una scelta dall’animo nobile e soprattutto sostenibile. Ha scelto di diventare il primo borgo storico italiano vegano e a rifiuti zero. Una scelta difficile al giorno d’oggi ma non impossibile.

La svolta arriva da due sorelle friulane, Isabella e Tiziana Pers, che hanno scelto proprio il periodo pasquale per lanciare la loro idea.

 

Più attenzione verso ogni forma di vita

 “La necessità di porre attenzione verso la vita in ogni sua forma e di ricercare un nuovo equilibrio uomo-natura è il punto cardine che l’umanità deve affrontare in questa era storica e geologica per fermare il cambiamento climatico in atto. A 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, il suo pensiero nei confronti del regno animale e l'estremo rispetto per il mondo naturale ritornano nella nascita di un borgo per ripensare gli attuali squilibri degli ecosistemi e per porre ogni vita al centro”, scrivono le ideatrici nell’evento Facebook dell’iniziativa.

Il Progetto borgo di Soleschiano coinvolge: RAVE East Village Artist Residency, l’Agriturismo Vegetariano al Rôl dei Conti di Maniago - da Anna, con annesso B&b, e la produzione della Birra Agricola Lippo.

 

Qui si salvano gli animali dal macello

Ebbene sì, tra l’arte, la scienza, la filosofia e l’architettura dell’antico borgo, vivono anche gli animali salvati dal macello. L’agriturismo propone infatti un menù completamente vegano, ma non solo. Tutte le attività previste, soprattutto quelle dedicate ai più piccoli, hanno come filo conduttore il rispetto verso la natura e gli animali.

“Il punto di partenza per ripensare la vita del borgo secondo una prospettiva biocentrica sta nell’intenzione di ripristinare un equilibrio virtuoso tra uomo e natura, specie alla luce dell’urgenza climatica, che tanto sollecita l’attenzione dell’opinione pubblica negli ultimi tempi”, spiegano le sorelle.

 

Il progetto Rave

Il borgo porta avanti già da anni il progetto Rave, una sorta di arca di animali che punta alla responsabilizzazione etica. In sostanza avviene un vero e proprio baratto: in cambio di un dipinto degli artisti che hanno sposato il progetto, gli allevatori cedono i propri animali destinati al macello, che nel borgo trovano una nuova vita grazie a campi e vegetazione sconfinata.

In questo progetto le sorelle Pers non sono sole. Sea Sheperd Fbg, Fridays For Future Udine, Animalisti Italiani di Udine e Hemp Revolution sono solo alcune delle associazioni che sostengono il loro progetto. Lo stesso aderisce a Zero Waste FVG, ovvero la strategia di gestione dei rifiuti che li considera non come scarti ma come risorse per creare nuovi materiali.

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.