C’è un’italiana tra le 100 persone più influenti al mondo secondo la rivista americana Time. Si chiama Marica Branchesi, è una giovane scienziata, ma soprattutto donna, moglie e mamma di due bimbi piccoli. La sua influenza, infatti, va oltre la terra, tra quelle onde gravitazionali che solcano l’universo, in un’epoca in cui erano solo l’idea concepita da Einstein e un sogno che pochi visionari cercavano di toccare con mano senza prospettive di successo.

Dopo la laurea in astronomia all’Università di Bologna ha deciso che catturare quelle onde gravitazionali sarebbe stato il suo lavoro. Marica ce l’ha fatta, l’obiettivo è stato centrato. La prima osservazione risale al 2015 e oggi, con diversi successi alle spalle, lavora al Gran Sasso Science Institute dell’Aquila nel team di Virgo, l’antenna gravitazionale di Càscina gestita dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare.

Alla fine del 2017 la rivista scientifica Nature l’aveva già inserita fra i 10 scienziati dell’anno. Ora il bis del Time. Ma osservare le onde gravitazionali, per decenni, è stata una scommessa senza risultati. Poi per poco più di due anni, grazie a una sequenza di splendide rilevazioni, si è arrivati a parlare di “nuova astronomia”. Questo grazie a numerose sfide tecnologiche superate negli ultimi anni. Ma osservare le onde gravitazionali da scienziata è una cosa, spiegarle al pubblico è tutt’altro.

Nell’ultimo anno Marica ha quindi partecipato a spettacoli teatrali, festival della scienza, interviste e talk show in televisione pur di trasferire la scienza a più persone possibili. Ecco allora che Branchesi annuncia: «Abbiamo molte novità in programma. Le antenne gravitazionali vengono costantemente migliorate e a inizio 2019 saranno in grado di rilevare le onde in un volume di universo 4 volte più grande. Poi ci sono gli strumenti di prossima generazione che amplieranno il nostro orizzonte di mille volte, in questo modo sarà osservabile tutto il cosmo».

Marica sarà sempre responsabile di avvertire i telescopi di tutto il mondo quando arriverà l’onda, ma con una novità: gli avvertimenti saranno pubblici. Chiunque potrà puntare il suo telescopio verso le onde gravitazionali nel momento del loro arrivo e osservarle. Prima gli alert arrivavano solo ad alcuni centri di astronomia, ora saranno per tutti. 

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.