Lo spazio ha da sempre affascinato l’essere umano. Dal primo umano in orbita, e dalle successive conquiste spaziali, in molti hanno sognato di poter guardare la terra dall’alto. Certo non tutti hanno le caratteristiche per poter fare gli astronauti, ma dal prossimo anno qualcuno potrà realizzare questo sogno. A scanso di equivoci non è una vacanza organizzata per le tasche di tutti, tutt’altro. Solo pochi fortunati, dietro lauto biglietto, potranno realizzare questo sogno.

Una vacanza sulla ISS

I tagli al budget della Nasa hanno costretto l’agenzia statunitense ad abdicare. Dopo 9 anni in cui nessuna navicella è partita Usa è partita per lo spazio, un mese fa grazie alla collaborazione con SpaceX di Elon Musk dalla Florida sono ripresi i lanci. Circa un terzo del budget annuale della Nasa, più di 3 miliardi di dollari, è destinato ai costi operativi dell’Iss. Proprio per ridurre questi costi, necessari per il corretto funzionamento della base spaziale, la Nasa ha iniziato a commercializzare la Iss, intesa come un trampolino di lancio per costruire un ecosistema di affari in orbita attorno alla Terra. Un luogo dove le aziende possono produrre, sperimentare e ospitare turisti. L’Agenzia spaziale americana ha fatto il prezzo per ospitare i turisti a bordo della stazione spaziale: 35.000 dollari a persona. Il viaggio a bordo della SpaceX, una delle compagnie che effettuerà il servizio, sarà ancora più esoso. Secondo il Washington Post saranno in 3 a partire, prezzo del biglietto 50 milioni di dollari a testa. Il viaggio durerà 10 giorni, di cui 8 sulla stazione spaziale.

Le altre compagnie

Non sarà solo SpaceX a portare nello spazio turisti. Tra le altre compagnie ci sarà anche Boing, che ha un solido legame con la Nasa. Lo farà con Cst-100 Starliner, la capsula per i voli orbitali: la prima esperienza di volo, con equipaggio a bordo, sarà possibile non prima degli inizi del 2021. Il prezzo dovrebbe essere più esoso rispetto alla SpaceX, si parla di 90 milioni di dollari a persona. Ma nella corsa al turismo spaziale ci sono anche i russi. Infatti anche con Roscosmos, l'agenzia aerospaziale russa, si potrà raggiungere la ISS attraverso la capsula Soyuz. I costi non sono stati svelati, ma per trasportare gli astronauti USA l’agenzia percepiva 80 milioni di dollari, quindi il prezzo non dovrebbe scostarsi più di tanto. Sembra però che i russi per il 2023 abbiano programmato un viaggio in cui due turisti saliranno a bordo della Stazione spaziale internazionale per soggiornare 14 giorni. Non solo, uno dei due - assistito dagli astronauti russi - effettuerà anche la cosiddetta passeggiata nello spazio. Si tratterebbe del primo privato cittadino a compiere un’impresa simile: per farlo, ovviamente, avrà bisogno di un allenamento adeguato prima della partenza. Insomma la corsa al turismo spaziale ha preso il volo.

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.