Trends
Tecnici per robot cercasi

Se sapete disegnare robot, programmarli, curarne la manutenzione o descriverli ai clienti, magari in inglese, potete dormire sonni tranquilli: avete un lavoro. In Italia sono 400 le aziende del segmento robotica e automazione che cercano queste professionalità, mentre i dipendenti che gravitano attorno a questo settore sono circa 32 mila

Il settore della robotica italiana pare non conoscere crisi. Secondo i dati dell'Ucinu, l'associazione dei costruttori italiani di macchine utensili, robot e automazione, nel 2017 la produzione ha raggiunto i 6,1 miliardi di euro e le esportazioni hanno inciso per 3,4 miliardi, con una propensione in crescita verso l'Asia. Nei primi 9 mesi dell'anno, le vendite verso la sola Cina sono salite dell'11,5%, ovvero 248 milioni di euro. Oltrepassando quelle verso gli Stati Uniti di 246 milioni di euro.

Tra le figure professionali più ricercate ci sono analisti e progettisti di software, disegnatori industriali e tecnici esperti in applicazioni. Se poi si allarga il campo anche alle aziende che ruotano intorno alla robotica sono richiesti sviluppatori, specialisti di internet of Things e analisti di Big Data.

Anche per quanto riguarda la retribuzione le stime sono ottimiste: i dati estratti da "e-work" parlano di una retribuzione annua lorda che va dai 26 ai 38 mila euro per analisti e progettisti di software, dai 30 ai 40 mila euro per i disegnatori industriali e dai 30 ai 35 mila euro per gli specialisti in applicazioni. Per salire di grado, un ingegnere programmatore di robot per l'industria 4.0 può guadagnare fino a 40 mila euro lordi l'anno dopo almeno 5 anni di esperienza, con retribuzioni in ascesa a seconda di maturità professionale e grado di specializzazione. 

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.