Dopo il film girato con solo un iPhone, arriva “Searching” il thriller sperimentale che si basa solo sulle riprese di un monitor. In questo film un padre è alla ricerca spasmodica della figlia scomparsa tramite il suo computer e gli indizi che può ricavarne. David, il padre rimasto da poco vedovo, un giorno si sveglia e si accorge di aver perso diverse chiamate Facetime da parte della figlia, che da quel momento è scomparsa.

Inizia così una ricerca ansiosa della ragazzina tramite tutti i mezzi tecnologici a cui gli adolescenti oggi possono fare riferimento. Questa è la trama di “Searching”, il nuovo film in uscita a settembre e di cui ci si può fare un’idea della stranezza del contenuto attraverso il trailer appena uscito sul web. 

Al di là delle apparenze, però, questo non è il solito thriller perché, come si vede nel video di anticipazione, tutta l’azione si svolge sullo schermo dei computer. A un certo punto, infatti, David accede al laptop della figlia e da lì inizia a ricostruire la vita, i contatti, ma soprattutto i problemi della giovane. Non è un caso che a produrre questa pellicola siano gli stessi che avevano curato “Unfriended”, thriller soprannaturale del 2014 che aveva rivoluzionato parecchi canoni svolgendosi anch’esso esclusivamente su degli schermi.

Dopo aver ricevuto parecchie critiche positive all’ultimo Sundance Festival, "Searching" arriverà finalmente nelle sale, con i suoi protagonisti: John Cho, già visto nei recenti film di Star Trek, che interpreta David, e Debra Messing, la Grace di Will&Grace, che interpreta la detective che lo aiuta nelle indagini.

 

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.