Da qualche mese si parlava dell’ingresso di Sky nel mondo della telefonia, e adesso è realtà. Il gigante della Tv satellitare ha lanciato Sky Wifi. La pay-tv, dopo l’acquisizione da parte della telco statunitense Comcast, da oggi rende disponibile in anteprima agli abbonati Sky in 26 tra le città principali italiane le sue offerte di telefonia, che sfruttano la fibra FTTH di Open Fiber. Ventisei città che presto diventeranno 120. Al momento solo gli abbonati Sky potranno acquistare il servizio, ma in seguito sarà aperto a tutti.

Nel comunicato con cui si è annunciato l’ingresso di Sky nel mondo della telefonia si è voluto sottolineare il triplo servizio offerto: “ Sky, dopo aver trasformato il modo di vivere la TV per milioni di famiglie, vuole cambiare anche il modo di vivere la connettività, con un servizio che garantisce una “broadband experience” radicalmente diversa. Con Sky Wifi, Sky propone una soluzione Triple Play – tv, internet, voce – innovativa, che consente di combinare un’offerta di contenuti di qualità e l’esperienza di visione di Sky Q con una connessione in fibra molto performante”.

La rete

L’infrastruttura tecnologica è di ultima generazione interamente in fibra realizzata ex novo da un team di oltre 200 ingegneri che ha progettato una rete molto innovativa, avvalendosi del know how tecnologico di Comcast negli Stati Uniti e di Sky in Gran Bretagna.

Questa rete, denominata Ultra Network, oltre a garantire un’eccellente velocità e stabilità, sfrutta al meglio “l’ultimo miglio” in fibra FTTH di Open Fiber per entrare nelle case degli abbonati. Ma c’è di più, infatti, grazie ad un hub intelligente che utilizza la tecnologia messa a punto da Comcast, lo Sky Wifi Hub, il segnale viene distribuito in casa in modo stabile e omogeneo e, attraverso l’App Sky Wifi, è possibile gestire molte funzionalità in modo semplice e intuitivo.

Le città coperte

Al momento sono 26 le città in cui si può attivare il servizio: Ancona, Bari, Bologna, Brescia, Bresso, Cagliari, Catania, Cinisello Balsamo, Firenze, Genova, Messina, Milano, Modugno, Monza, Napoli, Padova, Palermo, Pavia, Perugia, Pescara, Selargius, Sesto San Giovanni, Sondrio, Torino, Varese, Venezia. A queste nel giro di pochi mesi si aggiungeranno altre 94 città: Acerra, Agrigento, Alessandria, Aosta, Aprilia, Arese, Arezzo, Ascoli Piceno, Assago, Barletta, Basiglio, Beinasco, Benevento, Bitonto, Bollate, Brindisi, Buccinasco, Busto Arsizio, Caltanissetta, Casalecchio di Reno, Casoria, Castel Maggiore, Castenaso, Catanzaro, Cesano Boscone, Chieti, Civitavecchia, Collegno, Cormano, Cornaredo, Corsico, Cremona,  Fabriano, Ferrara, Foggia, Forlì, Gela, Grosseto, Grugliasco, Imola, La Spezia, L’Aquila, Latina, Lecce, Limbiate, Livorno, Macerata, Manfredonia, Matera,  Molfetta, Moncalieri, Nichelino, Novara, Opera, Orbassano, , Parma, Pero, Piacenza, Pioltello, Pisa, Pomezia, Portici, Prato, Quartu Sant’Elena, Quartucciu, Ravenna, Reggio di Calabria, Reggio nell’Emilia, Rho, Rieti, Rivoli, Roma (5 quartieri, Cinecittà, Garbatella, Laurentina, Tiburtina, Torrino), Rozzano, Salerno, San Donato Milanese, San Giorgio a Cremano, San Giuliano Milanese, San Lazzaro di Savena, Sassari, Segrate, Settimo Milanese, Settimo Torinese, Siracusa, Taranto, Teramo, Terni, Treviso, Trezzano sul Naviglio, Udine, Venaria Reale, Vercelli, Verona, Viareggio, Vimodrone.

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.