L’utilizzo delle emoji ormai è diffusissimo. Ogni nostro stato d’animo si può comunicare attraverso le “faccine”, onnipresenti sui social. WhatsApp, Facebook, Twitter solo per citarne alcune, tutti comunicano utilizzando in maniera cospicua questi sintetizzatori di emozioni.

Così Emojipedia, sito di riferimento nel settore, ha deciso di analizzare l’impatto della pandemia e il conseguente lockdown sulle emozioni delle persone, e sul modo di comunicare. Ne è venuto fuori un risultato in linea con quanto si percepisce.

La ricerca

L’analisi del sentiment di Emojipedia si è basata su 68 milioni di tweet pubblicati fra aprile e i giorni finora trascorsi di maggio. L’indagine si concentra in particolare sugli smiley, cioè le faccine gialle che sono d’altronde le più usate in assoluto per esprimere le nostre emozioni, i desideri e gli stati d’animo. Sappiamo che oggi ci sono migliaia di faccine, ma fare un’analisi su tutto il campione sarebbe stata un’impresa.

L’analisi rivela che rispetto allo scorso agosto le faccine che esprimono sentimenti positivi sono in calo del 5,63%, quelle negative in aumento dell’1,97% e quelle ambigue o neutrali, dubbiose o sospese, hanno vissuto un boom del 44,12%. Segno dell’enorme incertezza che caratterizza la fase storica che stiamo vivendo a causa del COVID-19. Se invece il confronto lo si fa con aprile 2019 il risultato è ancora più marcato.

La classifica degli emoji

Venendo alla classifica delle faccine, si nota come la più usata sia sempre lo smiley che ride a crepapelle, il cui uso è tuttavia in calo di quasi il 5%, e che è in testa da due anni. Alla seconda – e in crescita dell’11,57% - si consolida invece quella che piange a dirotto.

Terzo gradino per la new entry con gli occhioni, che aveva già fatto capolino la scorsa estate. Alla quarta posizione c’è ancora uno smiley che ride a crepapelle, quello inclinato, alla quinta il cuore (in crescita di oltre il 4%), alla sesta le stelline.

Chiudono la faccina con gli occhi a forma di cuore, che precipita di oltre il 14% dalla quarta alla settima posizione, le mani giunte in preghiera o ringraziamento – altra emoji protagonista dell’analisi, con un balzo di quasi il 25% - e le faccine con le gote rosse e i cuoricini che volteggiano intorno.

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.