Un’auto elettrica per ripulire l’aria

L'auto è progettata dallo studio londinese Heatherwick Studio per la Casa cinese IM Motors

Un’auto elettrica che mentre cammina ripulisce l’aria inquinata. Si chiama Airo ed è il concept di una nuova macchina elettrica, a guida manuale o autonoma, presentato al Salone dell’Auto di Shanghai.

L’auto filtrante

L’auto si chiama Airo ed è stata progettata dallo studio londinese Heatherwick Studio per la cinese IM Motors. Il suo aspetto è avveniristico, futuristico e bizzarro tipico di ogni concept ma è la tecnologia interna a far parlare di sé. 

Il filtro Hepa

La tecnologia di questa macchina è sensazionale. Accendere l’automobile sarà un gesto green, infatti, oltre ad essere elettrica, grazie al filtro Hepa l’auto risucchierà l’aria inquinata prodotta dalle altre vetture e la ripulirà. La tecnologia è basata su un sistema di filtraggio ad alta efficienza contro il particolato in grado di contribuire a contrastare l’inquinamento atmosferico. 

La tecnologia al centro del progetto

Airo è un’auto con un livello di tecnologia mai visto. Gli interni sono supertecnologici e siccome è elettrica ma soprattutto autonoma, Airo può diventare un vero salottino in cui chiacchierare con gli amici, giocare o vedere un film mente macina chilometri e raccoglie inquinanti. Ha perfino un tavolinetto a scomparsa. Insomma un’auto in cui viaggiare comodamente e senza stress, un po’ come stare a casa propria. 

Ma c’è di più, infatti i sedili possono essere ribaltati fino a formare un letto. Mentre i finestrini possono essere oscurati garantendo il massimo della privacy.

I dubbi sulla realizzazione dell’auto Airo

Essendo fondamentalmente un concept i dubbi sulla fattibilità e sulla reale data di uscita sono tanti. Per quanto riguarda la data di uscita si parla del 2023, ma sembra un po’ azzardato pensare che Airo possa essere realizzata in così poco tempo e dotata di tutto ciò che è stato concepito. 

Poi ci sono dubbi sulla realizzazione del filtro. L’idea è rivoluzionaria, ma è fattibile? In teoria sì, ma bisogna capire la portata e il consumo. Ogni auto elettrica punta a risparmi energetici per consentire un chilometraggio sufficiente. Utilizzare energia per ripulire l’aria potrebbe portare una bassa autonomia, e quindi rendere l’auto quasi inservibile. Le risposte arriveranno, forse, tra un paio di anni. Nel frattempo godiamoci questo concept  rivoluzionaria.

share:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

potrebbero interessarti: