Non usare il tuo smartphone e verrai ricompensato. Da un app. L’idea nasce nei Paesi Scandinavi e si sta piano piano espandendo anche in Gran Bretagna, con l’obiettivo di combattere la dipendenza compulsiva da smartphone, soprattutto tra i giovani universitari vittime di continue distrazioni durante i loro studi. 

L’app si chiama Hold e si basa su un meccanismo molto semplice. Una volta attivata sullo smartphone, parte un timer che conteggia per quanti minuti il proprietario riesce a non usare il suo device. Più il tempo passa, più si accumulano punti: uno ogni venti minuti.

I punti sono cumulabili e possono essere spesi come buoni sul mercato virtuale dell'applicazione. Possono essere utilizzati per avere sconti, sia online che (con un QR Code) alla cassa di alcuni punti vendita, per comprare snack, libri, servizi universitari, prestiti in biblioteca.

Tutto ciò, oltre a un ritorno socialmente utile, ne ha anche uno economico. L’app diventa infatti una sorta di mercato virtuale sul quale ogni azienda può promuovere il proprio prodotto. I marchi, quindi, pagano Hold per far parte della piattaforma e avere un contatto diretto con un pubblico preciso, quello degli studenti. I primi riscontri sono positivi: Hold ha già ottenuto 1,4 milioni di dollari dagli investitori.

E, secondo i dati forniti da Mathisen, un quarto degli studenti norvegesi (la società ha sede a Oslo) ha scaricato l'app nei primi tre mesi dal lancio. I numeri sembrerebbero confermare che i giovani sono pronti a resistere alle tentazioni. Forse un cambiamento non è poi così difficile.

 

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.