Chi ricorda il vecchio tubo catodico? Nonostante siano passati pochi anni da quando è stato mandato in pensione, nessuno più lo ricorda. Oggi il must è l’alta definizione. Le tecnologie video, e nello stesso tempo audio, evolvono ad un ritmo frenetico. Non si parla solo di televisori, ma anche di monitor, cellulari e di tutti gli accessori in grado di riprodurre immagini e suoni. Non si fa in tempo ad acquistare un modello che supporti la massima definizione, che nel giro di pochi mesi è già superato.

La tecnologia HDR

La sigla HDR, che ormai campeggia su quasi la totalità delle nuove televisioni e degli smartphone, significa high dynamic range. Traducendo in italiano significa elevata gamma dinamica, e regala immagini di grande impatto, caratterizzate da un migliore contrasto, alta luminosità e colori più vivi. Insomma le immagini, realizzate con tecnologie avanzate e prodotte su schermi HDR permettono di immergersi totalmente nei luoghi e nelle storie d’ambientazione. La tecnologia HDR è molto trasversale: va dalle Smart TV, agli smartphone, alla fotografia, fino all'audio. Uno schermo HDR è in grado di riprodurre contenuti video che sono realizzati con tecnologie in grado di girare in altissima qualità come ad esempio in Ultra Hd 4k. Mentre una fotocamera smartphone HDR può realizzare scatti o video con queste peculiarità. Però attenzione non è detto che uno smartphone disponga di uno schermo HDR per una riproduzione video di questo tipo. Di solito solo i modelli di fascia alta. È più probabile che la maggior parte dei terminali supporti lo standard per la sola fotocamera.

Sotto la sigla HDR si nascondono diverse qualità d’immagine

In realtà la sigla HDR racchiude in sé varie tipologie di qualità d’immagine. Si va dall’HDR10 all’HDR10+, dal Dolby Vision all’HLG.

L’HDR10 è la tecnologia più diffusa per le smart Tv. Anche perché è quello impiegato nella maggior parte dei casi dagli Ultra HD Blu-ray ed è stato curato nel suo sviluppo dalle principali aziende del settore. Una caratteristica tecnica importante è che la sua profondità colore, ovvero il numero di tonalità capace di esprimere, è di 10 bit - pari a 1,07 miliardi di colori. È utilizzata principalmente da Samsung, Sony ed LG ma anche sulle console PlayStation 4, Xbox One e altri dispositivi come ad esempio l'Apple TV. Senza contare diversi smartphone come ad esempio Google Pixel 3, Huawei P20, LG G7, Samsung Galaxy S10, Xiaomi Mi 9T, ed altri ancora.

L’HDR10+ è la versione avanzata dell’HDR10, ed è stata introdotta da 20th Century Fox, Panasonic e Samsung nel 2018. Non solo vanta una profondità colore capace di arrivare a 12 bit, ma rispetto al predecessore consente in fase di post-produzione cinematografica di intervenire sui parametri di valorizzazione delle immagini su ogni singolo fotogramma invece che generalmente sull'intera opera.

Dolby Vision è uno standard proprietario, e non è supportabile da qualunque marchio.

Mentre HLG è lo standard impiegato dalle trasmissioni televisive. La sua prerogativa è di consentire di veicolare in un unico segnale contenuti che in presenza di una Smart TV compatibile abilitano la visione HDR. E’ uno standard molto usato dalle televisioni per trasmettere grandi eventi, in particolar modo quelli sportivi.

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.