Quante volte ci è capitato di stancarci di una maglietta o di un paio di scarpe dopo un po’ di tempo dal loro acquisto? La tecnologia ci regala una soluzione a cui non avremmo mai pensato. Il Mit di Boston ha creato uno speciale inchiostro in grado di cambiare colore alle cose

L’invenzione del Computer Science and Artificial Intelligence Laboratory si può applicare a piccoli oggetti come vestiti, accessori, o modellini di automobili, in attesa che lo stesso sistema si possa applicare anche sulle vere vetture. 

 

Come funziona PhotoChromeleon?

Il suo utilizzo è molto semplice: basterà inserire l’oggetto all’interno di una sorta di scatola e dopo 15-40 minuti lo stesso uscirà di un altro colore come per magia. In pratica la scatola è un mini laboratorio con al proprio interno un proiettore in grado di emettere luce per cancellare i colori originari e apporne di nuovi.

Il tutto è reso possibile grazie a un inchiostro programmabile composto di coloranti fotocromatici di natura liquida che vengono spruzzati o verniciati sull’oggetto e che si comporta come un camaleonte andando a mutare la colorazione in modo preciso e rapido, ma soprattutto reversibile!

 

Lo studio dietro all’inchiostro camaleonte

A capo del progetto c’è il ricercatore del Mit, Yuhua Jin. Alla base di PhotoChromeleon c’era un progetto precedente chiamato ColorMod, che però funzionava basandosi sulla stampa di singoli pixel che potevano diventare trasparenti oppure del colore base dell’oggetto. 

Con PhotoChromeleon invece c’è più scelta: grazie a una reazione ai raggi ultravioletti e ai raggi di luce visibile regolati a determinate lunghezze d’onda specifiche che avviene all’interno della “scatola laboratorio”. 

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.