È arrivato il nuovo sistema operativo macOS Catalina. I possessori di computer portatili e PC desktop Apple, solo per le versioni vendute dal 2012 in poi, potranno scaricare e istallare il nuovo sistema operativo. Per farlo basta aprire il Mac App Store, oppure le Preferenze di Sistema, alla voce Aggiornamento.

Le novità di Catalina

La novità più consistente è che Catalina non supporta più applicazioni a 32 bit. Significa che non poche delle app per Mac dovranno obbligatoriamente aggiornarsi per funzionare sul nuovo sistema. I processori a 32 bit hanno di fatto esaurito la loro funzione in ambiti operativi avanzati, quindi è giusto mandarlo in soffitta.

Con Catalina Apple porta i desktop e i laptop in uno stato di continuità operativa totale con iOS, e quindi iPhone ma soprattutto iPad, e che di fatto unisce i due mondi in un ecosistema di consistenza ancora maggiore rispetto a quanto avvenuto con Mojave.

Addio iTunes

Con il nuovo sistema operativo la compagnia di Cupertino mette in soffitta iTunes. L’app pesantissima è stata smembrata in app separate più snelle e agili da gestire. Arrivano dunque Musica, TV e Podcast. Ogni area di intrattenimento ha fin d’ora un’area dedicata, che gli permetterà di espandersi meglio in futuro, almeno questi sono i piani. 

Chi usa iTunes sui dispositivi iOS potrà continuare a fare la sincronizzazione via cavo, come faceva prima. Una volta collegato iPhone o iPad a un Mac, il dispositivo mobile apparirà nella barra laterale del Finder, permettendo di fare backup, aggiornamenti e ripristino.

Il mercato degli e-games

L'altra novità è Apple Arcade. È la nuova piattaforma per videogiochi esclusivi dedicati all'ecosistema della compagnia di Cupertino, con cui il Mac guadagna il suo spazio nel mercato del gaming, in cui iOS è protagonista. Il mercato dei videogiochi è sempre più una fetta importante, e Apple non ha voluto rimanere indietro in un settore determinante per chiunque voglia essere presente con forza nel mercato dei computer.  Su Arcade ci sono 100 titoli esclusivi che funzionano in continuità con iOS, e si può giocare naturalmente anche offline. Con Arcade adesso il livello dei titoli è di qualità consolle e si possono usare i controller di colossi del gaming come Xbox e PlayStation.

Altre app

Tutte le app di sistema - Note, Mail, Safari e Promemoria - hanno i loro aggiornamenti, tra cui il c’è la possibilità di Note di riconoscere testi scannerizzati e trasformali in documenti editabili. Curiosamente, una delle feature meno evidenziate ma più importanti è il pieno controllo vocale del Mac. 

C’è poi l’App per “aiutare” i dipendenti da social network. Con “Tempo di utilizzo”, la funzione introdotta da Apple con iOS 12, che ora arriva anche su Mac, si potrà tenere d’occhio il modo in cui si usa il computer, programmare le pause e impostare limitazioni per app e siti web su tutti i tuoi dispositivi.

“In famiglia” è l’applicazione con cui si possono limitare app e comunicazioni per aiutare i propri figli a concentrarsi su quello che devono fare.

L’App “Dov’è” mette insieme “Trova il mio iPhone” e “Trova i miei amici” in un unico e intuitivo strumento che si può usare su Mac, iPad e iPhone. Aiuta a ritrovare il proprio Mac, anche se è offline e in stop, inviando segnali Bluetooth che possono essere rilevati dai dispositivi Apple in uso nelle vicinanze. Questi, a loro volta, trasmettono ad iCloud la posizione del dispositivo smarrito, così puoi vederla nell’app Dov’è.

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.