È il primo smartphone tutto schermo al mondo e questo non è nemmeno l’unico primato che si aggiudica il nuovo Mi MIX Alpha di casa Xiaomi: la sua fotocamera è da ben 108 megapixel

Pochi giorni fa è stato presentato l’ultimo nato in casa Xiaomi: il Mi MIX Alpha, il primo smartphone con un rapporto schermo/superficie del 180,6%. Quello che viene chiamato Surround Screen è uno schermo in 4D che avvolge completamente il dispositivo, davanti, dietro e tutto attorno ai bordi. 

 

Le caratteristiche di Xiaomi Mi MIX Alpha

L’unico punto senza schermo del nuovo Mi MIX Alpha è una striscia sul retro in ceramica che contiene le fotocamere, protette da un vetro zaffiro, e le antenne. Quello che ha messo sul mercato Xiaomi è uno smartphone che elimina completamente il concetto di fronte e retro del dispositivo, per questo motivo la fotocamera è una sola. O meglio: non ha una fotocamera ma un set di fotocamere. Da ben 108 megapixel. 

Le sorprese non finiscono qui. Nel Mi MIX Alpha è integrato il tanto atteso sensore per smartphone a maggiore risoluzione, grande ben 1/1,33” e pixel da 1,6 μm. Tramite pixel binning, Mi MIX Alpha può scattare a 27 megapixel, per catturare più luce, ridurre il rumore e fornire un’immagine con enorme dettaglio. 

Poi c’è la stabilizzazione ottica, per foto e video non mossi, e un sensore da 20 megapixel grandangolare con supporto a macro fino ad 1,5 cm ed un teleobiettivo da 12 megapixel per i ritratti, con zoom 2X e dual phase detection autofocus.

 

Altre specifiche 

Il nuovo Mi MIX Alpha è equipaggiato con Snapdragon 855+, 5G, 12 GB di RAM, 512 GB di storage UFS 3.0, batteria da 4.050mAh e ricarica a 40W. Inoltre ha un frame in titanio che racchiude il display nella parte superiore ed inferiore. 

L’audio in chiamata viene diffuso attraverso il display stesso, con una nuova tecnologia che secondo Xiaomi è molto efficiente, ed il sensore di prossimità è di tipo ultrasonico.

 

Perché avere uno smartphone tutto schermo?

Il concetto di Xiaomi è quello di integrare varie app e funzionalità in quella che potremmo definire la parte posteriore dello schermo. Ad esempio una serie di widget quali meteo, notifiche, controlli multimediali, dati sul fitness ed anche calcolatrice o informazioni estrapolate dalle app, come ad esempio il punto di pick-up di un taxi che avete prenotato, senza dover utilizzare l’intero display.

E se lo schermo è totale devono mancare tutti i tasti fisici laterali, tipo quelli del volume, che sono stati sostituiti da un gesto: scorrere il dito sul fianco dello smartphone. Rimane invece il pulsante di accensione nella parte superiore. 

 

Uscita e Prezzo

La casa cinese ha annunciato che avvierà una produzione limitata del Mi MIX Alpha a fine dicembre, ma su scala ridotta. Lo smartphone verrà poi lanciato sul mercato con un prezzo non proprio alla portata di tutti: si parla di circa 2.500 euro. 

Se tutto andrà bene, Xiaomi promette di cominciare la sua produzione di massa entro il 2020, ma le difficoltà produttive e i costi da sostenere non sono indifferenti.

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.