Siamo stati abituati a smart glasses che, pur ricchi di funzionalità utilissime, avevano un aspetto troppo diverso da un comune paio di occhiali. E forse è stato per questo che non hanno mai riscontrato un pieno successo tra il pubblico.

Fino a oggi. Intel ci riprova con Vaunt, lo smart glasses che per primo sembra unire funzionalità e estetica. Non sono ancora sul mercato, ma il colosso dei processori li ha già presentati. A vederli sembrano dei normalissimi occhiali dalla montatura pesante perché non hanno né videocamera né display integrati, ma possono essere abbinati anche a lenti graduate. Nei 20 grammi di montatura sono previsti invece accelerometro, bussola e ricevitore bluetooth. Le informazioni vengono proiettate direttamente sulla retina con un laser in posizione fissa, 15 gradi sotto al punto in cui normalmente si ferma l’occhio quando guardiamo di fronte a noi.

A questi si associa l’app da scaricare sullo smartphone che trasmette le notifiche via bluetooth. Nei piani di Intel ci sono poi una serie di funzionalità più articolate, come visualizzare informazioni contestuali al luogo o un’interazione stretta con assistenti virtuali da attivare a voce (c’è anche un microfono) come Google Assistant o Alexa di Amazon. Tutte attività che si distanzieranno da ciò che già possiamo fare con telefoni, visori e altri dispositivi, per distribuire invece informazioni utili nel corso della giornata.

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.