Smartphone e tablet pieghevoli potrebbero essere il futuro. Un futuro che Microsoft ha già progettato. Nei giorni scorsi infatti la compagnia americana ha presentato due novità che saranno sul mercato a fine 2020. Si tratta di Surface Duo e Surface Neo. Il primo è uno smartphone pieghevole con due schermi, anche se non intende chiamarlo propriamente così, mentre il secondo è un tablet, sempre pieghevole e con due schermi.

Surface Duo

È uno smartphone con due schermi da 5,6" che diventano un unico pannello da 8,3". Il sistema operativo non sarà Windows, il più famoso sistema operativo al mondo, e fiore all’occhiello della casa. Ma userà Android. È stata proprio Microsoft ad annunciarlo confermando che c’è stato un lavoro comune con Google per adattare Android al formato del nuovo dispositivo, intravedendo opportunità per entrambe.

Così Microsoft rientra nel mercato degli smartphone, anche se non vuole che Surface Duo si chiami così, anche per via dei fallimenti passati. Chiuso assomiglia ad un’agendina, l’unico elemento in bella evidenza è il logo di Microsoft, collocato su una delle facce del dispositivo, il cui involucro è ricoperto da un sottile strato di vetro rinforzato. Da chiuso è spesso poco meno di un centimetro e ha dimensioni paragonabili agli smartphone di medie-grandi dimensioni. Si apre come un libro e la cerniera consente un movimento di 360°, per ripiegare i due schermi e utilizzarne solamente uno.

Surface Neo

È un tablet con due schermi da 9” separati, collegati tra loro da una cerniera ruotabile a 360 gradi, processore custom Intel Lakefield al suo interno e con una tastiera Bluetooth che si sovrappone parzialmente ad uno dei due display, ricaricabile in modalità wireless.

Come Surface Duo è pieghevole e consente all’utente di lavorare in multitasking. Surface Neo può essere piegato a 360°. Così può trasformarsi in un computer diventando ben più portatile del fratello maggiore, il laptop Surface. Il sistema operativo è una nuova versione di Windows 10X disegnata appositamente per questo tablet con due schermi.

Con Wonderar, collocato nella parte libera di monitor quando la tastiera magnetica è collegata al device, sarà possibile avere non solo un touchpad ma un vero e proprio schermo che potremmo usare come secondo monitor per fare più cose insieme.

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.