Robotica
Il boom dell'intelligenza artificiale

Internet e l'intelligenza artificiale non incidono solo sulle nostre abitudini quotidiane, ma su un intero meccanismo che va dai processi di produzione delle industrie ai modelli di business delle aziende. Secondo i dati dell'International Date Corporation, società mondiale di ricerche di mercato, nel 2022 le aziende spenderanno a livello globale quasi 78 miliardi di dollari per investimenti nell'ambito dell'intelligenza artificiale, cognitive computing e machine learning. Più del triplo rispetto alla spesa del 2018 che si era fermata a circa 24 miliardi di dollari. 

Solo in Europa nel 2018 le imprese hanno speso 3 miliardi di dollari, pari a una spesa media maggiore del 47% rispetto all'anno precedente. Un trend confermato anche da parte delle aziende italiane che hanno visto crescere di circa il 31% rispetto al 2017, le spese per l'intelligenza artificiale, attestate su circa 7 milioni di euro nel 2018 e con una stima di 25 milioni prevista per il 2019

Chi investe di più nelle tecnologie dell'intelligenza artificiale è il settore bancario in primis, seguito da quello del retail, con interesse crescente verso sistemi automatizzati di gestione clienti come chatbot e assistenti virtuali. Chi ci guadagna di più invece saranno le aziende del settore dell'informatica e delle telecomunicazioni, le operation team e la parte di sviluppo dei prodotti.

Da qualsiasi ambito vogliamo guardarlo, il cambiamento che porterà l'intelligenza artificiale è comunque a 360 gradi. Ne è una dimostrazione vivente il settore sanitario: più si alza il livello tecnologico, più si è in grado di curare e prevenire le malattie. E a trarne vantaggio è sempre il genere umano. 

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.