Quando il costo di un prodotto cala, la sua vendita aumenta. Non sarà stato questo principio a spingere due ricercatori a studiare i catalizzatori delle celle a combustibile idrogeno, ma il risultato della loro scoperta va esattamente in quella direzione. Già, perché con il nuovo metodo si può ridurre di 50 volte la quantità di platino necessaria.

Lo studio, realizzato dal Cnr (Consiglio Nazionale di Ricerca) nell’ambito di una collaborazione internazionale, è stato pubblicato sulla rivista scientifica "Science" e dimostra come sia possibile abbattere drasticamente i costi di questa tecnologia pulita, rendendone più semplice la diffusione. «Il metodo mostra come, plasmando il platino in forma di fili di dimensioni nanometriche con struttura irregolare dentellata, si creano nuovi tipi di siti catalitici altamente attivi, che riducono le barriere di energia che devono essere superate nelle reazioni elettrochimiche di riduzione dell’ossigeno, accelerandole e aumentando così l’efficienza catalitica», afferma Alessandro Fortunelli del Cnr di Pisa, coautore dello studio.

Questo, assieme alla dimensione nanometrica dei fili, che presentano più atomi di platino in superficie anziché all’interno della struttura, fa sì che la quantità di questo metallo prezioso e raro, necessaria per realizzare una cella a idrogeno, si riduca di 50 volte rispetto ai catalizzatori attuali. Al momento i catalizzatori a base di platino sono gli unici che raggiungono efficienze vicine a quelle richieste, ma la quantità di metallo utilizzato è talmente elevata da renderne troppo costosa la diffusione. Ecco perché questa scoperta, considerando i 200 milioni di euro all’anno che le case automobilistiche spendono per la ricerca di materiali da utilizzare come catalizzatori, fa tirare un sospiro di sollievo a tutti.

Instant Future

Instant Future (IF) è un progetto di comunicazione digitale sui temi dell'innovazione, del futuro prossimo e della tecnologia che migliora la vita dell'uomo.


Social


© Copyright 2018 Instant Future - All rights reserved.